Il filtro aria può salvare la vita?

Nel 1999 nel tunnel sotto il Monte Bianco accadde un incidente tragico a un camion belga causò la morte di 39 persone. Secondo molte opinioni, la causa dell’incidente fu una sigaretta buttata dalla macchina che lo precedeva e che in seguito causò l’incendio del filtro aria e poi di tutto il camion.
 
Le conclusioni dell’analisi della catastrofe sotto il Monte Bianco hanno indotto i principali produttori di filtri a utilizzare una speciale impregnazione degli strumenti filtranti che garantisce l’autoestinzione delle fiamme poco dopo l’accensione.
 
fp_0014_15

I filtri dell’azienda FILTRON sono dotati di strumenti filtranti che conformemente alla classe di comportamento al fuoco F1 o S1 non alimentano le fiamme e possono salvare i passeggeri dall’incendio del veicolo in caso di aspirazione di un mozzicone di sigaretta all’interno del sistema di alimentazione dell’aria.

L’effetto autoestinguente del filtro infiammato è ottenuto grazie all’impregnazione del media filtrante con una resina arricchita in maniera particolare. Anche se il media impregnato può incendiarsi, il punto caldo si spegne velocemente, causando solo piccole perdite e non permettendo la propagazione del fuoco.

L’effetto autoestiguente è il risultato delle tre proprietà della resina con cui vengono impregnati i filtri:

  • emanazione di azoto (N2) che soffoca il punto caldo
  • sviluppo di acqua che abbassa la temperatura del media fino a una temperatura inferiore al punto di accensione
  • liberazione dell’acido che comporta l’ossidazione delle fibre di cellulosa che grazie a ciò acquistano proprietà infiammabili.

---

La gamma FILTRON ha più di 2700 prodotti e copre il 97% del mercato europeo degli autoveicoli. L'alta qualità dei filtri FILTRON è apprezzata dai meccanici. Ogni anno più di 36 milioni di filtri FILTRON vengono consegnati a meccanici di tutti i paesi europei.

TORNA ALLE CURIOSITÀ

Leggi anche: